Luci su Rosarno

Anche quest’inverno le ciclofficine italiane aderiscono all’appello di Campagne in Lotta  che richiedono  l’ intervento di ciclomeccanici solidali nelle campagne di Rosanrno. La proposta è valida per i fine settimana di Febbraio.
Il racconto inviato dal primo gruppo di romani è la migliore presentazione delle attività che stiamo proponendo, mentre le foto sono quelle che ho scattato con un telefonino lo scorso anno.
E’ un esperienza che consiglio.
Se siete iteressati contattateci scrivendoci una email.
Luca

casolare in periferia

casolare in periferia
qui vivevano una cinquantina di persone

Venerdì 24 Gennaio
Dopo un viaggio disgraziato siamo stati accolti dalle ragazze
di campagne in lotta e ci siamo fatti un primo giro per i casolari
dove abitano piccoli gruppi (5-6) di braccianti.
Sono piccoli e quasi diroccati, in mezzo a campi fangosi,
,qui piove a dirotto, in cui mancano luce acqua e gas…si scaldano con le
candele o piccoli fuochi che affumicano la stanza.
Per i braccianti le condizioni di vita sono pessime e il morale è
basso perchè il lavoro anche a giornata è scarso, trovare un
contratto, condizione necessaria per rinnovare il permesso, è considerato
un miracoloso colpo di fortuna.
Le ragazze, insieme a due volontari senegalesi, informano i migranti
sui loro diritti, sulle leggi in materia d’immigrazione e di lavoro, su come accedere ai servizi. Inoltre cercano di metterli in contatto tra di loro, sia per cercare di creare una coscienza sulla condizione comune
che per ragioni pratiche di utilità…
Nei due i casolari visitati tutti i presenti usano la bici, e abbiamo
notato anche per strada molti stranieri comparire dal buio giusto un
istante prima di riscomparirvi. Abbiamo gia distribuito buona parte
del materiale catarifrangente, e domani torneremo per qualche
riparazione.
Abbiamo scelto i casolari perchè nelle tendopoli sono gia presenti
delle “ciclofficine” con cui non vogliamo entrare in concorrenza.

la vecchia tendopoli

arrivo alla vecchia tendopoli

Sabato 25 Gennaio
È stata un altra giornata super intensa cominciata con la conoscenza del
vecchio ciclista comunista di rosarno il signor peppe sergi (sta vicino
al duomo nel centro del paese); è stato molto disponibile e gentile
nonostante la scarsitá di risorse a disposizione. Ci ha regalato un
po di materiale e quindi lo segnaliamo per quelli che scenderanno nelle
prossime settimane.
Dopo siamo andati alla tendopoli vicino rosarno, dove abitano la maggior
parte dei braccianti, alcuni nelle tende altri in baracche di fortuna.
Abbiamo aiutato le ragazze insieme ad alcuni abitanti della tendopoli a
costruire una baracca per fare un corso d italiano e dare
informazioni… Nella tendopoli, anche se la vita forse è meno dura
rispetto ai casolari, i pochi servizi sono forniti a pagamento con mezzi
di fortuna dagli abitanti stessi. Noi abbiamo potuto gustare una
splendida pecora cotta sulla lamiera!
I dettagli ve li racconteremo poi. Comunque nella tendopoli ci sono ben
due “ciclofficine” attive.
Dopo siamo tornati nei due casolari di ieri per alcune riparazioni e ci siamo accorti che UN NOTO CAPOCCIONE non ha rimesso a
posto la chiave della serie sterzo ma noi siamo due grandi meccanici e
ci siamo arrangiati ugualmente. Lo scriveremo dopo meglio,cmq il
materiale che abbiamo non sara mai abbastanza rispetto alle esigenze.
Dopo siamo andati a un altro  casolare (detto ponte dei vetrini) dove
abitano parecchi braccianti e dove c’erano molte bici da riparare. Loro
sono meglio organozzati della media, ma abitano piu lontano da rosarno e
hanno tutti bici in condizioni pietose, tipo: niente freni o partini
consumati fino al metallo, camere d aria vetuste che si sgretolano
e meccaniche disastrate (coni, mc.,serie STERCO…). Abbiamo
fatto quello che abbiamo potuto ma probabilmebte bisognerà tornarci. Noi
non sappiamo se domani ce la faremo, in caso chi partira dopo di noi se ne dovrà ricordare!
CHI SCENDERÀ DOVRÀ ASSOLUTAMENTE PORTARE IN QUANTITA:
1) Pattini dei freni (cantilever vbrake passeggio)
2) Camere d aria (26,26 1 3/8, Ma anche 28!)
3) qualche pedale
4) cavi e GUAINE
5) LUCE (Abbiamo operato quasi sempre al buio e di giorno solitamebte i
braccianti lavorano)
6) abbiamo trovato coni e mc in situazioni pessime ma sara piu difficile
operare su questo.
7) naturalmente tutto il materiale catarifrangente possibile perche quasi
nessuno è attrezzato.
Scusate se non abbiamo ancora potuto fare foto ma tra maltempo, lavoro
pratico, possibile reazione della gente e la sensazione che hai quando
sei in quelle contingenze non abbiamo avuto il modo. Nelle visite di
domani proveremo a ricordarci (torniamo lunedi)!

il centro di Rosarno

il centro di Rosarno


 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in fuoriporta, partecipazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...